Danzano le parole – NO WAY OUT

Segni, simboli e parole vertigine e ascolto

Danzano lievi le parole scomponendosi in lettere e queste a una a una mutano in segno simbolo indicazione muta e oscura, nell’acqua il fuoco si stempera e rigenera. Ballano, segni ad indicare beffardi una strada a loro chiara mentre le acque divengono torbide e la notte cala ad aggiungere oscurità ad oscurità. La ragione è senza scampo, NO WAY OUT, non può cogliere ciò che le è padre e madre, il labirinto è una centrifuga in cui ogni segno si lega senza apparente senso ad un altro, il serpente gnostico tace arrotolato, neanche un caduceo a sostegno.

Danzano le parole

Vertigine

Vertigine

La vertigine delle diverse forme della comprensione rischiano di affogare il più provetto tra i nuotatori, sulla strada inutile appellarsi, votarsi ad Hermes colui che protegge: svela e rivela, il messaggero parla tutte le lingue senza soluzione di continuità, nunzio, angelo portatore di misteri offre biglietti per l’Inferno senza preavvertire se il ritorno è previsto.

Solo una scelta, divenire segno segnato e danzare con i segni i simboli le lettere, mutare nel principio mercuriale che tutto media a nulla si unisce, ardere sul mare che le fiamme non posso bruciare: essere leggeri come voluta di fumo, arrossire come fanciulla alla prima rosa, ballare con il tremore dell’amore.

Non esistono strade, maestri o cavalieri vi sono solo giullari, perché se non si si sa giocare è inutile iniziare, la terra accoglie i semi e dona le messi ma l’aria è il soffio il respiro il pneuma del Mondo Universo.

Le ruote della memoria divengono sfere e ballano con i pianeti, ma fermandosi a guardare il dervishi intravede il giocoliere, il giullare che si esibisce per una corte di demoni, a chi la possibilità di definirli calo o caco demoni?

Nel gioco degli specchi è difficile riconoscere la strada ed allora dopo tanto turbinio e ci si può fermare a guardare il Cigno che cova l’uovo o semplicemente ascoltare lo hamsa.

 

Gioia – Salute – Prosperità

Leone-firma-piccola

 

 

L’immagine rappresenta un lavoro dell’artista Raffaella Maron

di |28 Giugno 2016|Categorie: Zibaldone|Tags: , , , , , |

Scrivi un commento