Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica

Dai miti arturiani alla Pennsylvania con l’Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica

 

Questa mattina leggendo il New York Times, 22 ottobre 1884, mi sono imbattuto in un articolo con questo incipit: “PITTSBURG, Penn., 21 ottobre. – Il Castello Supremo dell’Antico, Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica si è riunito qui nella loro convention annuale questo pomeriggio alle 2 e resterà in sessione fino a giovedì sera. Trenta delegati, in rappresentanza di 25 Stati, sono presenti”.

A questo punto è lecito chiedersi cosa fosse l’Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica (Ancient Order of Knights of the Mystic Chain) e di cosa si occupasse.

Nel 1870/71 a Reading, in Pennsylvania un gruppo di Massoni e Cavalieri Pythias unitamente ad altre persone fondarono l’Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica inserendolo nella mitologia e tradizione arturiana e dei Cavalieri della Tavola Rotonda. A questi valori cavallereschi si ispira il loro motto o divisa araldica: “Loyalty, Obedience, and Fidelity” traducibile in: Devozione, Obbedienza, Fedeltà.

Nota: sulla Massoneria puoi leggere alcuni articoli nella sezione Società segrete & Scuole Iniziatiche o Guida alla Massoneria.

L’Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica era diviso in tre gradi a cui nel tempo se ne aggiunsero due:

  1. Cavaliere
  2. Mistero
  3. Cavalleria

 

  1. In un secondo tempo venne creato il Mark-degree. Avevano accesso a questo grado paramilitare solo quanti erano stati maestri di un Castello.
  2. Naomi o Figlie di Ruth, grado creato per le donne.

Il loro luogo di ritrovo era detto Castello, analogo ad una Loggia Massonica e omonimo del luogo di raduno dei Cavalieri Pitici, nel cui centro era posto un altare su cui si trovava una bibbia aperta.

A differenza della Massoneria i rituali, soprattutto di iniziazione, sono meno seri e come molte fraternità tendono allo scherzo o alla Goliardia.

L’iniziazione al grado di Cavaliere viene posto su una lastra di metallo e viene spinto a prendere un oggetto contenuto in un contenitore colmo d’acqua. Mentre il candidato prova a prendere l’oggetto subisce una piccola scossa elettrica. Durante l’iniziazione ad un altro grado il candidato bendato è costretto a chinarsi sino a quando non immerge la testa in una bacinella di acqua fredda. I membri di questa consorteria sono spinti da precise istruzioni rituali a prendere in giro i recipiendari mentre affrontano le prove dell’iniziazione.

L’Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica non superò le poche decine di miglia di membri e si estinse nella prima metà del XX secolo.  Ci sono voci che raccontano dell’esistenza odierna dell’ordine.

I rituali e la struttura di questa fraternità sono ispirati alla Massoneria ai Cavalieri Pythias, agli Odd Fellows e ad alcune Fraternità forestali.

Descrizione dell’emblema e sigillo

L’emblema di questa società segreta è un pentagono, che porta su ciascuno dei suoi lati una metà inferiore invertita di un triangolo isoscele. Questo fornisce cinque campi distinti, nel primo dei quali, di colore bianco vi è un libro aperto; nel secondo colorato di blu sono posti uno scudo e una lancia; il terzo è rosso, al suo interno troviamo cranio e ossa incrociate; nel quarto, dello stesso colore del precedente vi sono spade incrociate; nel quinto, di colore nero, abbiamo l’Occhio che tutto vede. Al centro sono incise delle lettere, il cui significato è noto solo ai membri del quarto grado: Mark. Sul rovescio abbiamo nel campo centrale un castello in rilievo, che è il marchio del grado più alto. Gradi più bassi avevano altri segni.

Quali erano gli scopi dell’Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica?

Come molte Fraternità e Società di Muto Soccorso l’Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica aveva lo scopo di supportare i confratelli in caso di infortunio sul lavoro o malattia; di assistere e prendersi cura delle vedove e degli orfani dei confratelli deceduti; creare amore per la patria e il rispetto per le leggi del Paese in cui vivono i membri dell’ordine; creare un network professionale e aiutare i confratelli senza lavoro a trovarne uno.

Il motto o vessillo è “Fedeltà, Obbedienza e Fedeltà”; e il “marchio” è un pentagono, che porta su ciascuno dei suoi lati una metà inferiore invertita di un triangolo isoscele, il tutto suggerisce una forma di croce maltese di cinque braccia. Questo fornisce cinque campi distinti, nel primo dei quali, bianco, è un libro aperto; nel secondo, blu, uno scudo e una lancia; nel terzo, rosso, cranio e ossa incrociate; nel quarto, rosso, spade incrociate; nel quinto, nero, l’Occhio che tutto vede; e al centro, lettere, il cui significato è noto solo ai membri di grado Mark. Al contrario, nel campo centrale, al centro, un castello in rilievo, che è il marchio del grado più alto. Ci sono lievi cambiamenti per quelli di rango o grado inferiore.

 

Ti riporto per permetterti di notare le somiglianze con altri riti di altre organizzazioni il rituale di apertura dei lavori del Castello nel grado di Cavaliere, altrove ti riporterò altri rituali:

 

Cerimonia di apertura dell’assemblea di Cavaliere dell’Antico Ordine dei Cavalieri della Catena Mistica

 

Comandante: Nobili Cavalieri, sto per aprire un Castello dei Cavalieri della Catena Mistica, e chiedo la vostra collaborazione. Vice-Comandante, gli ufficiali sono alle loro postazioni?
Vice Comandante: Si, Comandante.
Comandante: Maresciallo, lei prenderà la parola d’ordine e verificherà se tutti i presenti sono Nobili Cavalieri.
Maresciallo, dopo aver preso la parola d’ordine: Lo sono, Comandante.
Comandante: Maresciallo, qual è il primo compito dei Nobili Cavalieri riuniti?
Maresciallo: Essere a guardia del Castello, Comandante.
Commendatore: Istruire la Sentinella che un Castello dei Cavalieri della Catena Mistica è in assemblea, e che solo chi è qualificato può entrare qui.
Maresciallo, dopo aver istruito la sentinella: Il Castello è sorvegliato, Comandante.
Il Comandante dà tre colpetti per richiamare la Loggia.
Comandante:
Ufficiali e cavalieri, voi vi alzerete e mi darete il contro-segno; la sua risposta è la stessa. Il segno di riconoscimento; la sua risposta. Il Segno dell’afflizione; la sua risposta. Il Verbo dell’ afflizione; la sua risposta. Il Segno dell’Avvertimento; la sua risposta. Il Segno di Voto. Il Segno del grado di Cavaliere; la sua risposta. Affrontatevi l’uno con l’altro e afferrate la mano.
Comandante: Ufficiali e Cavalieri, vi ringrazio per l’attenzione e l’assistenza nella conduzione degli affari di questoCastello. Il nostro Cappellano invocherà l’aiuto divino.
Cappellano, ex tempore o altro:  

Onnipotente Signore, chiediamo il Tuo aiuto,
Per fare il lavoro che ci è stato affidato,
Per guadagnare il salario prima di essere pagati
Per il dovere svolto.
 
Chiediamo il Tuo aiuto per allietare il triste,
Proteggere gli indifesi: i nostri amati così cari:
Dalla povertà e dal bisogno e dalla paura,
Per il dovere svolto
 
Al lavoro fedele i nostri cuori si inclinano,
I nostri diversi poteri e volontà si combinano
In una linea di battaglia fraterna:
Fino alla vittoria.

Comandante: Dichiaro ora … Castello, N° …, dei Cavalieri della Catena Mistica d’America, aperta. Illustri Cavalieri, vi ringrazio per la vostra assistenza nella conservazione dell’ordine e del decoro durante la presente convocazione.
Il Comandante dà un colpetto di maglietto: Cavalieri, sedetevi.

Se questo articolo ti è piaciuto non dimenticare di condividerlo con i tuoi amici

Gioia – Salute – Prosperità

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto, se ami i Simboli, puoi sostenere le mie ricerche su Patreon. Riceverai contenuti in esclusiva riservati agli abbonati e sosterrai le mie ricerche

Sostieni il mio lavoro su Patreon

 

Photo by Ricardo Cruz on Unsplash

2 Commenti

  1. Avatar
    Renato Coda 21/06/2020 al 20:27 - Rispondi

    Si direbbe che negli USA vi sia una tendenza compulsiva a associarsi in enti para-massonici o para-militari sempre caratterizzati da spirito di corpo molto gogliardico con rituali di iniziazione piuttosto violenti e umilianti. In merito c’è un’ampia letteratura e filmografia. Che poi qualcuna di queste associazioni assuma aspetti inquietanti i criminali è indubbio ma la goliardia rimane. Guarda a questo proposito come è descritto il ku klux klan in Django unchained di Tarantino.
    Molto meglio la gaudente associazione massono-simile dei Figli del deserto di Laurel e Hardy con tanto di fez fascia e catena d’unione. Almeno lì si ride di cuore.

    • Michele
      Michele 23/06/2020 al 08:13 - Rispondi

      Buongiorno Renato, grazie per il tuo commento e per i suggerimenti cinematografici! un abbraccio e a presto

Scrivi un commento