ESTRATTO DALLA RELAZIONE DELLA COMPAGNIA DE’ LIBERI MURATORI

Questo Catechismo si trova all’intero della Relazione della Compagnia de’ Liberi Muratori Estratta da varie Memorie, scritte da Valerio Angiolieri Alticozzi edita a Napoli nel 1746. È il mio regalo per di Natale per Voi tutti, prossimamente anche il commento. 

Domanda: Siete voi Muratore?

Risposta: Li miei Fratelli, e Compagni mi riconoscono per tale.

Domanda. Qual è la prima cura d’un Muratore?

Risposta. E di osservare se la Loggia è coperta.

Domanda. Cosa venite voi a far qui?

Risposta. Per vincere le mie Passioni, sottomettere la mia Volontà, e fare nuovi Progressi nella Muratoria.

Domanda. Perché vi siete fatto Muratore?

Risposta. Perché io era nelle Tenebre, ed ho voluto vedere la Luce.

Domanda. A che conoscerò, io, che voi siete Muratore?

Risposta. A’ miei Segni, Toccamenti, e Parole (alcuni vi hanno aggiunto ancora, e alle Circostanze del mio ingresso).

Domanda. Quali sono i Segni de Muratori?

Risposta. La Squadra, e l’Archipendolo.

Domanda. Quali fono i toccamenti.

Risposta. Alcune pressioni regolate, che si fanno fra i Fratelli.

Domanda. Ditemi il Motto degli Scolari.

Risposta. Ditemi la prima Lettera, e io vi dirò la seconda:

Domanda. I.

Risposta. A

Domanda. K

Risposta. I

Domanda. N

Risposta. Ia

Domanda. Kin

Risposta. Iakin , (la parola Jakin la proferiscono o ambedue insieme, o l’uno dopo l’altro; il vero Nome è Giakin, ma i Muratori dicono comunemente Iakin).

Domanda. Che vuol dire la parola Iakin?

Risposta. È il nome di una delle due colonne di Bronzo, che erano alla Porta del Tempio di Salomone, appresso la quale si adunavano gli Scolari per ricevere il loro Salario.

Domanda. Siate voi. Compagno?

Risposta. Sì Signore, lo sono.

Domanda. Ditemi il Motto, de’ Compagni.

Risposta. Ditemi la prima, Lettera, che io vi dirò la seconda.

Domanda. В.

Risposta. O.

Domanda. A.

Risposta. Z.

Domanda. Bo.

Risposta. Az.

Domanda. Boaz.

Risposta. Boaz.

(Boaz è il vero Nome, e il più usato tra i Fratelli. Ve ne fono di quelli, che dicono Booz, ed altri Boz).

Domanda. Che significa la parola Boaz?

Risposta. E il Nome dell’altra Colonna di Bronzo, che era alla Porta e del Tempio, intorno alla quale si radunavano i Compagni per ricevere il loro Salario.

Domanda. Dove siete stato ricevuto Muratore?

Risposta. In una Loggia giusta, e perfetta.

Domanda. Chi vi ha esaminato nella Loggia?

Risposta. Un Esperto.

Domanda. In che stato eri voi quando avete ricevuto questo Esame?

Risposta. Né nudo, né vestito, ma bensì in una decente postura.

Domanda. In che modo vi ci ha egli introdotto?

Risposta. Con tre gran colpi.

Domanda. Che significano questi gran colpi?

Risposta. Tre parole della Sacra Scrittura:

Picchiate, e vi sarà aperto;

Parlate, e vi sarà risposto;

Chiedete, e vi sarà dato.

Domanda. Che avete voi veduto quando siete stato ricevuto Muratore?

Risposta Tre gran Lumi.

Domanda. Che significano questi tre gran Lumi.

Risposta. Il Sole, la Luna, e il Maestro della Loggia.

Domanda. Quali fono i doveri d’un Muratore?

Risposta. Di fuggire il Vizio, e di praticare, le Virtù.

Domanda. Dove è situata la vostra Loggia?

Risposta. Nella Valle di Giosafar in Terra Santa (altri sogliono rispondere, o nella sommità d’alta` Montagna; o nel cupo di profonda Valle, ove giammai non cantò Gallo, non garrì Donna, né ruggì Leone; ed in una parola, ove tutto è tranquillo, come nella Valle di Giosafat. Queste espressioni fono figurate per denotare la Concordia, e la Pace, che regna nelle Assemblee de’ Muratori, e la cura, che si prende in escludere le Donne).

Domanda. A chi è dedicata la vostra Loggia?

Risposta. A San Giovanni.

Domanda. Perché?

Risposta. Perché nei tempi delle Sante Guerre nella Palestina i Cavalieri Muratori si unirono ai Cavalieri di San Giovanni di Gerusalemme.

Domanda. Che età avete voi? (il fine di questa domanda non è di sapere l’età del Fratello, ma di sapere se è Compagno, o Maestro).

Risposta. Meno di sette anni (cioè a dire; che uno non è ancora, che semplice Compagno; perché secondo l’antico Istituto bisognava essere stato nell’Ordine sette anni prima di potere essere ricevuto Maestro; ma non vi si guarda ora così strettamente).

Domanda. Avete voi presente il vostro Maestro?

Risposta. Sì. o Venerabile.

Domanda. Come va egli vestito?

Risposta. D’Oro, e d’Azzurro (cioè a dire, d’una Veste gialla con le estremità turchine. Non è però vero, che il Maestro vada vestito in tal maniera; ma la Veste gialla indica la parte superiore del Compasso, che è d’oro, o almeno dorata, e che il Gran Maestro parta appesa all’estremità del suo Cordone. L’estremità turchina si dice per esprimere le punte dello stesso Compasso, che sono di ferro, o di acciaio; questo è ciò, che significa l’Oro, e l’Azzurro).

Domanda. Come lo servite voi?

Risposta Con zelo, fervore, e libertà.

Domanda. Cosa deve osservare un buon Muratore?

Risposta. Quattro cose. Il Segreto, il Silenzio, la Prudenza, e la Carità verso i suoi Fratelli.

Domanda. Cosa deve egli fuggire.

Risposta. La Maldicenza, la Calunnia e l’Intemperanza.

 

Gioia – Salute – Prosperità

Leone-firma-piccola

 

 

immagine presa dalla rete