El Yunque (l’incudine) società segreta Messicana

Stad firmus ut incus percusat!Il motto de El Yunque

 

El Yunque nasce in Messico, nella seconda metà del secolo scorso, come movimento cattolico per arginare l’imperante anticlericalismo e provare a realizzare “il regno di Dio sulla terra”. Diviene una organizzazione operante nell’ombra ed i suoi membri una via di mezzo tra soldati (non solo della fede) e monaci. Non è certo se tra il primo movimento e la società segreta (riservata) anticomunista, ultracattolica e antimassonica vi siano dei collegamenti o una continuità. Da quanto si può evincere dalle informazioni su El Yunque, quasi inesistenti in lingua italiana, l’organizzazione si è sempre più avvicinata all’estrema destra. Tra i massimi e esperti e conoscitori di El Yunqueabbiamo il giornalista e scrittore messicano Álvaro Delgado Gómez, celebre la sua pubblicazione del 2003: El Yunque: La ultraderecha en el poder. È proprio in questo volume si trova la spiegazione del perché la società abbia usato questo nome:

La definición la hizo uno de los jóvenes capturados en Zacatecas, Pedro Luis López Solorio, alias Cornelia Laureas: El nombre dEl Yunque se debe a que sus integrantes tienen que ser como el yunque, ya que por más que se le pegue continúan en la misma forma sin inmutarse, resistiendo todos los embates a que son sometidos”.

L’organizzazione è infiltrata in altre organizzazioni più o meno segrete e da queste seleziona i suoi possibili candidati, per la maggior parte adolescenti o giovani studenti universitari. El Yunqueoltre ad avere un carattere segreto è anche piramidale, al punto che le decisioni devono essere sempre avallate da qualcuno gerarchicamente posizionato al vertice della piramide. È forte l’aspetto “clanico” in questa società, perché nulla vi è di più importante di El Yunque, questa deve venire prima della famiglia e della stessa religione.

Su cosa sia El Yunquee quanto sia davvero potente in Messico esistono diverse voci contrastanti.

Il dibattito su questa organizzazione ha coinvolto anche alcuni vescovi e in Europa, con particolare riferimento alla Spagna, Santiago Mata ha pubblicato un poderoso volume: El Yunque en España: La sociedad secreta que divide a los católicos. In questo libro oltre a trovare i nomi di alcuni esponenti di spicco della Società segreta in Spagna, si sottolinea come la Chiesa Cattolica non sia affatto vicina a questa organizzazione e ne sconsigli vivamente la frequentazione. Anche in Spagna le regole da seguire per i membri di questa setta che assume sempre più le connotazioni di una organizzazione paramilitare sono simili a quelle seguite in Messico, tra queste troviamo: 1) Negare la propria appartenenza alla organizzazione; 2) El Yunqueha la precedenza anche sulla famiglia e sulla Chiesa; 3) Obbedienza incondizionata ai propri superiori. Sembra che in Spagna l’organizzazione non superi i duecento aderenti, possibile che così poche persone facciano così tanto rumore?

El Yunque ha viaggiato dal Messico alla Spagna e in alcune altre nazioni come il Cile o gli U.S.A. questa società segreta sembra espandersi silenziosamente. Potrebbero esserci dei simpatizzanti o delle cellule anche in Italia per mezzo di una rete di collegamenti con altre organizzazioni come ad esempio Hazte Oire CitizenGo.

Per approfondire l’argomento sarebbe necessario mappare molti movimenti cattolici integralisti e politici attraverso mezzo mondo, un lavoro che potrebbe affascinare un giornalista investigativo quale io non sono.

Ti lascio con una interessante testimonianza del Rito di iniziazione e giuramento (argomenti, questi, più affini alle mie ricerche) ripotarti da El Pais, alla fine della citazione il link alla fonte.

“Accetto di aderire all’Organizzazione Nazionale dell’incudine (conosciuta anche come “El Yunque” o “L’incudine” in spagnolo), assumendo che la lotta per il regno di Cristo in Spagna sia l’attività più importante della mia vita. Giuro di mantenere l’esistenza dell’organizzazione assolutamente segreta, così come i suoi membri, azioni e strategie. Inoltre, giuro di obbedire ai suoi comandi e di agire responsabilmente come leader quando gli viene detto di farlo. Come cavaliere cristiano, mi impegno a difendere, anche a spese della mia stessa vita, questo strumento che Dio ci ha dato per stabilire il suo regno sulla Terra. […] Siamo una milizia” […] “Non hai scelto di venire qui, sei stato scelto, e ad oggi sarai di una casta degli eletti. La nostra lotta è quella delle crociate, dei militanti cattolici “. […] “Se hai intenzione di tradirci o di allontanarci da noi in qualsiasi modo, troverai in ognuno di noi un giudice vendicatore”, avverte l’uomo che officia la cerimonia di iniziazione, che conclude il seguente canto: “Compagni e fratelli, stad firmus ut incus percusat!” seguito dalle grida: “Dio, paese! Incudine!” accompagnato da forti colpi sul tavolo”.

Articolo EL PAIS

Per oggi può essere sufficiente, alla prossima “società segreta”

 

Gioia – Salute – Prosperità

Leone-firma-piccola

 

 

immagine presa dalla rete

le traduzioni, ove presenti, sono fatte con google translate

Scrivi un commento