Mentre lavoravo su alcuni appunti e delle trascrizioni riguardanti i trovatori, la gaia scienza, l’amor cortese ed altre amenità ho trovato questa frase di Edith Stein: “Non accettare nulla come verità che sia privo di amore. E non accettare nulla come amore che sia privo di verità! L’uno senza l’altra diventa una menzogna distruttiva”.

Cosa potranno mai avere a che fare tra loro i “bui secoli” della età di mezzo con l’amorevole discepola ed assistente di Edmund Husserl? Apparentemente, e forse non solo apparentemente nulla, tranne che per un paio di insignificanti dettagli: l’amore e la ricerca della verità o meglio di Sofia. Edith Stein se non fosse morta in un campo di concentramento, se non avesse preso i voti, se gli uomini non fossero miopi ecc. oggi sarebbe con ogni probabilità considerata come il più “grande” filosofo del secolo appena trascorso. Essere finito ed Essere eterno (Endliches und ewiges Sein) di Edith Stain può e deve essere letto in contemporanea e probabilmente in contrapposizione con il lavoro del ’27 di Martin Heidegger: Essere e Tempo (Sein und Zeit). Edith Stein e Martin di conoscevano, si erano conosciuti in casa Husserl e quest’ultimo avrebbe dovuto succedere lei e non il caro vecchio Martin, che durante le lezioni in qualità di assistente di Husserl proponeva più il suo pensiero che quello del maestro, ma si sa il mondo dei filosofi è feroce e alle volte più interessante di una soap opera se si ha il coraggio di fuggire i pedanti, ma necessari, manuali di Storia della Filosofia e si prova un’immersione nella Filosofia.

Ah parlavo dell’amore non della Filosofia contemporanea, non di quella ermetica eppure sono sì intimamente connessi. Nei versi dei filosofi (non era il loro un percorso, un cammino verso l’amata? E di questa amata non bramavano la conoscenza?) cortesi come nell’empatia e nella mistica di Edith Stein l’amore è il protagonista assoluto. Questa vibrazione, questa energia che è alla base e sostegno del Mondo Universo tutto può. La ricerca dell’amore e con l’amore è uno dei segreti dell’esistenza come delle discipline più occulte, è riverbero di luce…

Non ho cantato l’Amore

vivendolo

ho vissuto

altrove versi inesplicabili

a dire senza parole:

d’Amore vivo e mi nutro!

 

Gioia – Salute – Prosperità

Leone-firma-piccola

 

 

immagine presa dalla rete